Vino Nobile di Montepulciano - 2016 Boscarelli

Prezzo di listino €27,00

Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.

Il Vino Nobile è prodotto con uve selezionate in vigneti di almeno 10 anni di età, principalmente impiantati sui terreni rossi, sabbiosi e minerali, che conferiscono al vino tanto carattere e un ottimo potenziale di invecchiamento. I vitigni che contribuiscono alla composizione del Vino Nobile sono: 85% Sangiovese Prugnolo Gentile, Colorino, Canaiolo e Mammolo.

Zona Toscana
Produttore BOSCARELLI
Denominazione Vino Nobile di Montepulciano
Annata 2016 - Grado Alcoolico 13,5%
Vitigni Sangiovese 85%, Altre autoctone 15%
Tipologia Rosso
Fermentazione In tini di rovere
Lieviti Indigeni
Affinamento Botti di Allier e Slavonia dai 18-24 mesi
Abbinamenti Primi rossi di carne

 

La maggior parte dei vigneti a Cervognano sono impiantati su terreni calcarei di origine alluvionale e sabbiosi, con buona percentuale di limo, argilla e scheletro sassoso che variano secondo la posizione e l’altitudine delle giaciture. La densità media di impianto è di 6500 ceppi per ettaro.  Le uve, raccolte manualmente e trasportate in cassette, dopo la diraspatura e una pigiatura soffice vengono poste a fermentare in tini di rovere o di acciaio riempiti a non più di due terzi della loro capacità. La fermentazione, svolta con lieviti autoctoni, dura circa una settimana a temperature controllate dai 28 ai 30 gradi. Vengono effettuati rimontaggi e follature manuali del cappello. La macerazione prosegue, se è il caso, per altri 5/8 giorni dopo la fermentazione. Il Nobile viene affinato in rovere di Allier e di Slavonia con capacità variabile dai 5 ai 35 hl, dove si svolge anche la fermentazione malolattica. La maturazione dura dai 18 ai 24 mesi. Prima dell’imbottigliamento, viene effettuata una leggera filtrazione. Il vino viene poi affinato in bottiglia per alcuni mesi prima della sua commercializzazione. Il potenziale di invecchiamento del Vino Nobile è di alcuni decenni, ma il periodo di maturazione ottimale consigliato varia, a seconda delle annate, dal quinto all’ottavo anno dopo la vendemmia.

Ci piace perché: e' una espressione didattica e molto ben fatta di un grande vino del territorio toscano. Un giusto dosaggio di legno e di affinamento e lavorazione porta ad un sorso pieno, completo, appagante. Da provare.