Vendemmia 2020

Vendemmia 2020

Provate in questo periodo a chiamare o a scrivere ad un vignaiolo: vi risponderà a fine mese! E' iniziata la vendemmia, che equivale ad una discussione di laurea per uno studente o ad una finale di Champions per una squadra: ci si gioca il tutto per tutto. Anticipare o posticipare la vendemmia di qualche giorno, in aree particolarmente delicate addirittura di qualche ora, può decidere il lavoro di un anno intero. L'Italia è lunga e i microclimi sono moltissimi; dire qualitativamente com'è andata è imprudente, si può dire com'è andata quantitativamente e pare molto molto bene: mai cosi tanta uva da vino! Buona notizia? Non proprio. Angelo Gaja si fa portavoce in questi giorni di un commento interessante: le cantine sono piene di vino, a causa delle scarse vendite interne ed estere per il Covid-19, far arrivare altro vino potrebbe creare uno tsunami pericoloso per tutto il settore! Inutile autorizzare la distillazione (che è contingentata a livello nazionale) meglio incentivare le vendite! Ci associamo a questa ipotesi, per noi l'Iva sul vino dovrebbe essere al 10%! E' sicuramente utopia ma ci piace sognare! Non sogniamo invece con i nostri eventi che sono "solide realtà" (cit) :-) buona settimana a tutti, fatevi del bere!
Torna al blog